Unar: un presidio contro le discriminazioni

Contro le Discriminazioni

Videocorso proposto come percorso formativo per operatori ed operatrici delle reti territoriali antidiscriminazione attivate in base ai protocolli sottoscritti con l'UNAR.

Il corso - progettato come modello in grado di garantire una formazione uniforme su tutte le reti territoriali - tiene conto degli elementi di forza e di debolezza evidenziati nella ricognizione delle esperienze maturate nelle Regioni, e tenta di valorizzare le migliori prassi rilevate.

Ne sono destinatari privilegiati le operatrici e gli operatori dei soggetti che entrano nelle Reti regionali antidiscriminazioni in qualità di Nodi di raccordo, Antenne territoriali e Punti informativi: funzionari pubblici attivi in uffici incaricati della prevenzione e del contrasto delle discriminazioni, operatori e volontari del terzo settore. La formazione può essere estesa anche a operatori di amministrazioni pubbliche (ASL, Comuni, INPS, INAIL, Enti gestori dei servizi socio assistenziali, ecc.), formatori e rappresentanti delle organizzazioni sindacali e datoriali e di altre organizzazioni interessate a collaborare con la Rete territoriale.

 

2015 - Centro regionale contro le discriminazioni in Piemonte
Regione Piemonte - IRES Piemonte


 

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Struttura e contenuti del percorso formativo

Modulo 1 – La DISCRIMINAZIONE

Unar, contro le discriminazioni Modulo 1

Le “dimensioni” della discriminazione

Chiara Bertone

Professore associato in Sociologia dei Processi culturali – Università del Piemonte Orientale

TEMI: La Storia, dietro le parole: persone e movimenti; L’intreccio tra dimensioni: l’intersezionalità


 

Modulo 2 – IL DIRITTO ANTIDISCRIMINATORIO

Unar, contro le discriminazioni Modulo 2

Evoluzione del Principio di Eguaglianza

Mia Caielli

Ricercatrice di Diritto Pubblico comparato – Università degli Studi di Torino

TEMI: La Costituzione italiana e i divieti di discriminazione; L’evoluzione giurisprudenziale del principio di eguaglianza; L’impatto dell’Unione Europea sull’evoluzione del diritto antidiscriminatorio; Le conseguenze del “Dialogo tra Corti”; Due esempi di tutela “multilivello”


 

Modulo 3 – LA RETE NAZIONALE ANTIDISCRIMINAZIONI

Unar, contro le discriminazioni Modulo 3.1

L’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali

Marco De Giorgi

Direttore Generale dell’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali

TEMI: Attività di prevenzione; La rete Nazionale; Campagne e Iniziative; Strumenti di Programmazione

 


Unar, contro le discriminazioni Modulo 3.2

Il Contact Center e la gestione delle segnalazioni

Roberto Bortone

Funzionario dell'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali

TEMI: Gli strumenti di contatto (n° verde, sito, osservatorio); La gestione delle segnalazioni


 

Unar, contro le discriminazioni Modulo 3.3

I Centri e le Reti regionali Antidiscriminazioni

Vincenzo Cucco

Referente del Centro regionale contro le discriminazioni in Piemonte

TEMI: La struttura della Rete; La sinergia con le Istituzioni; Un’organizzazione… in fieri


 

Unar, contro le discriminazioni Modulo 3.4

UNAR: la “cassetta degli attrezzi”

Roberto Bortone

Funzionario dell'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali

TEMI: Formazione continua sulla discriminazione; Glossario della discriminazione; Procedure codificate d’istruttoria; Fondo di Solidarietà per le vittime di discriminazione; Scambio di informazioni con altro attori pubblici